Castelli da visitare in Romagna

[:it]

Rimini storica

Fin dall’antica Roma Rimini è stata una città dal grande fermento vitale e artistico, e le tracce di questo passato ornano ancora il suo centro storico con monumenti, piazze e chiese.

[dfd_heading content_alignment=”text-left” delimiter_margin=”margin-top:0px;margin-bottom:0px;” style=”style_01″ title_font_options=”font_size:33|color:%2306435d” subtitle_font_options=”tag:h4|font_size:15″ subtitle=”Una città, tante vite”]Da Ariminum al Novecento[/dfd_heading]
Rimini era già una città ricca e prospera quando l’Impero Romano dominava il mondo. Un viaggio nella storia di Rimini parte da Ariminum, allora un importante snodo commerciale. Di quell’epoca di splendore la città conserva l’Arco d’Augusto, il ponte di Tiberio, la straordinaria Domus del Chirurgo che offre un vivace spaccato della vita dell’epoca. Durante Medioevo e Rinascimento Rimini è sotto il dominio dei Malatesta, che oltre a Castel Sismondo e agli innumerevoli castelli dell’entroterra hanno fatto dono alla città del magnifico Tempio Malatestiano, tesoro d’arte intessuto di filosofia neoplatonica.

Con il Novecento Rimini si scopre città turistica: a partire dalla Belle Epoque la ricca borghesia italiana viene a trascorrervi la villeggiatura e fra il povero borgo dei pescatori e le vestigia dell’antichità sbocciano hotel, parchi e ritrovi.

La Domus del Chirurgo

La Domus del Chirurgo fu scoperta solo nel 1989, nel pieno centro di Rimini, ed è visitabile dal 2007. Si tratta di un’antica villa che oltre alle rovine delle diverse stanze conserva tutti gli strumenti di lavoro del proprietario, il medico Eutyches.

Il Tempio Malatestiano

Incompleta eppure bellissima, la cattedrale di Santa Colomba, nota ai più come Tempio Malatestiano, vide l’intervento di Leon Battista Alberti, Matteo de’ Pasti, Agostino di Duccio e Piero della Francesca, ed è uno dei tesori del rinascimento italiano.

La Rimini felliniana

Si ammanta di un velo di malinconica nostalgia la Rimini di Federico Fellini, una città dove il fasto dei tempi del Kursaal e del Grand Hotel già si appanna e diventa passato, così come la Rimini povera e scanzonata di Borgo San Giuliano.

[dfd_heading content_alignment=”text-left” delimiter_margin=”margin-top:0px;margin-bottom:0px;” style=”style_01″ title_font_options=”tag:h5|font_size:17|color:%2306435d” subtitle_font_options=”tag:h4|font_size:15″]La dolce vita del centro storico[/dfd_heading]

Luoghi dove la vecchia Rimini accoglie i giovani: piazza Cavour, dove sorge l’antica Fontana della Pigna, e la Pescheria Vecchia, contornata di locali e bar, sono una magnifica cornice per la movida di Rimini, non solo durante l’estate.

Un viaggio nella storia di Rimini passa anche per la sua periferia. Borgo San Giuliano, posto al di là del Ponte di Tiberio, era un povero borgo di pescatori, che l’aura di Fellini e la passione degli abitanti ha trasformato in un tesoro di folclore e ospitalità.

Il Museo della Città

Il Museo della Città di Rimini ripercorre le sorti della città fin dalla preistoria, ricostruendo tramite reperti, manufatti e opere d'arte la sua storia e quella dei grandi personaggi che qui sono nati e vissuti.

 
Copyright by Spuntolab - All Rights Reserved- Privacy Policy - Cookie Policy - offerte giugno hotel rimini - parco acquatico arenas - camere vista mare rimini - crociera rimini